tarassaco

Il tempo passa,
il tempo vola
e noi cretini
andiamo a scuola
quando eravamo scolari, usavano questi versi in rima baciata, pervasi da un senso di ineluttabilità del trascorrere del tempo, e dal rimpianto di sprecare studiando la nostra breve gioventù; codesto breve componimento esprime un sentimento che rimanda direttamente al Leopardi di ‘a Silvia’ (‘le sudate carte’ – ho fatto il liceo, mica per niente, ooh)
Ah da voi non usava ‘sta poesiola? Vabbè.
Oggi è una splendida giornata di sole, anche se fa ancora freddo,  e per chi come me spreca questo ben di Dio di giornata davanti ad un computer in ufficio andrebbe creata una versione analoga della stessa poesia, che esprima in aggiunta lo scazzo che ci invade sovrano quando siamo qui a marcire tempestati dalle telefonate come i cani randagi dalle zecche, invece che a passeggiare libere e belle (bè insomma almeno passabili) a Punta Manara come facevamo ieri pomeriggio; e non va nemmeno la mail!

Annunci