E’ strano come una canzone possa portare alla memoria un momento preciso della nostra esistenza, e viceversa, come un momento ben preciso abbia una colonna sonora, sia associato ad una sensazione tattile, o un profumo.

Nella fattispecie, per me:

l’inizio estate dei miei 15 anni, in montagna, nel primissimo pomeriggio, la sensazione del venticello caldo sulla pelle sul balcone di casa dove sto leggendo, il frinire degli insetti, l’ondeggiare al vento delle foglie  degli alberi, il gusto delle pesche mature appena colte dall’albero del frutteto del padrone di casa, e questa canzone, che mi torna in mente ogni anno in questo periodo

E in più..

Annunci