Nell’anniversario dei 10 anni dalla sua entrata in commercio in Italia, voglio fare gli auguri alla macchinina più bella del mondo: la mia. Dato il tempo che ci passo su, è succursale di casa, e mi basta raggiungerla la sera nel parcheggio sotto l’ufficio per avere il senso che, se Dio vuole, è finita la giornata. Mi dà il sottile piacere di fare i 28km con un litro in autostrada, di parcheggiare in un buchino pur avendo modo di stipare di tutto nel suo piccolo bagagliaio, compresa la spesa della settimana, e di cambiare con il mignolo senza staccare le mani dal volante.

Nella foto, il suo occhietto cattivo (e sporchetto, perchè non è una macchinina da passeggio).

Annunci