Ho comprato un sacchetto di noci col guscio, non per cucinare chissà cosa, ma per fare delle foto scopiazzando quello che vedo qua e là sui blog fotografici altrui. Inaspettatamente, un sacchetto di noci mi ha insegnato qualcosa:

1 – certi packaging naturali sono imbattibili. Chi si è inventato il guscio della noce ha fatto un ottimo lavoro, è leggero, indistruttibile, e ha quel bel colore (uguale a quello del prodotto contenuto) che mette subito voglia di salsa di noci o di torta di noci (mia mamma me ne fa una spettacolare, senza farina, un giorno la scriverò)

2 – non so quant’è che non tenevo in mano una noce col guscio, che non ne assaporavo la rugosità, la leggerezza e appunto il colore caldo. Questo mi ha fatto pensare a quante cose mi stanno sfuggendo di mano, e a quanto il nostro stile di vita da 12 ore al giorno fuori casa ci stia togliendo.

3 – la noce ha un bel guscio, forte, indistruttibile ma leggero, che protegge il frutto. Piacerebbe anche a me quel guscio, invece di essere a volte anche senza pelle (altro che guscio)

4 – esistono anche altri obiettivi fotografici al mondo oltre al macro, ma dal basso della mia scarsissima esperienza nulla fa godere altrettanto della bellezza delle piccole espressioni della natura. Questo lo dico per il mio consorte che non appena mi ha visto attaccare per l’ennesima volta il macro alla macchina ha sbuffato (sono un po’ monotematica)

noce_aperta

Annunci