Il cantone svizzero di Appenzell Innerrhoden ha pensato bene di emanare una leggina che vieta di fare trekking nudi. Sembra che nel periodo estivo il piccolo cantone sia invaso da frotte di nudisti tedeschi che desiderano solo farsi una bella passeggiata zaino in spalla in costume adamitico. Ora: io capisco star nudi in spiaggia sotto il sole, ma camminare con lo zaino mi sembra un po’ una belinata:

1 – nelle vallate svizzere ci sono le mucche, dove c’è mucca c’è tafano, e il tafano di solito se ne impippa e riesce a pungerti anche se hai i jeans. L’esposizione superflua di ogni centimentro di pelle perciò è un rischio inutile. I tafani fanno male se pungono su un braccio, se pungono in una chiappa o in qualche punto più delicato non ci voglio neanche pensare.

2 – ma a questi lo zaino non gli sfracella le spalle? Di solito a noi comuni mortali lascia i segni anche se abbiamo le magliette ultratecniche

3 – quando si arriva in cima alla montagna di solito ci si siede a mangiare, si alza la bora e il sudore ti si congela immediatamente addosso dandoti quella bella sensazione di spedizione polare.  A loro no?

Insomma, va bene il contatto con la natura, ma non è poco pratico?

Comunque meno male che il piccolo cantone ci ha pensato, così siamo tutti più tranquilli.

Per curiosità cerco su Wikipedia e mi becco lo stemma del suddetto piccolo cantone. Guardate bene in mezzo alle gambe dell’orso…Ma sarà per quello che è meglio che non girino turisti nudi, per non ingrifare ulteriormente gli orsi?? Boh…

474px-appenzellri-coat_of_armssvg

Annunci