Il paese delle prinz verdi perchè quando c’è qualche rogna, te la passano alla velocità della luce con una mail ben assestata nei denti, e ci manca poco che ti dicano anche “tua senza ritorno”.
Si fa l’aperitivo con l’un per due (ginger e vino bianco), che è pochissimo alcoolico e non è malaccio.
Un collega mi ha portato in regalo uno di quei cuscinetti che fanno una qualche reazione esotermica  quando schiacci una targhetta metallica all’interno, e scaldano le mani per un po’; è a forma di cuoricino azzurro, e la moglie non gli ha detto niente solo perchè mi conosce (grazie Francesco!!!).
Mi sono lambiccata ma non sono riuscita a capire cosa c’entrino le farine animali che ho visto citate su un cartello nella centrale elettrica a carbone dove sta la gru con la suddetta centrale.
Nella portineria della suddetta centrale sono così formali che dicono che la tale cosa era finita sotto del materiale cartaceo e non sotto ad un foglio sulla scrivania.
La bora a 50km/h è abbastanza tranquilla a detta dei locali, anche se taglia il respiro e ha rischiato di sbattermi giù dalla gru con una raffica a tradimento.
Girare vestita come l’omino Michelin con due maglioni infeltriti uno sopra l’altro non salva dal freddo e dalla pelle incartapecorita. Anche la migliore crema per le mani che abbia mai trovato (inizio spot – la crema vellutante per le mani all’olio di riso dei coloniali Atkinsons – fine spot) non ce la fa, e dopo un giorno quasi non riesco più ad usare il touchscreen. Nove anni di riviera ligure mi hanno abituata male.
Se c’è una cosa di cui non mi sono mai pentita, è di aver fatto il liceo linguistico; il fatto che riesca ancora a parlottare in francese non è però un buon motivo per mandarmi a collaudare la gru in Marocco (anche se sarebbe ad Agadir, insomma, potrei anche farci un pensierino).
Il freddo fa veramente venire più fame; si vede che è fame finta però, perchè non si consuma e si inciccisce lo stesso.
In dialetto friulano, ragazza si dice “mula”; la prima volta che ti ci chiamano però fa un po’ senso.
Le ruspine gialle sul carbone nero sono carine a vedersi.

Annunci