Com’è carino il merlo che canta in mezzo ai fiori di pruno, vero? Fa un po’ giapponese, sarà per i fiori di pruno e per la fragile bellezza del piccolo uccello che sembra disegnato con la china.

Il piccolo uccello è però una raffinata macchina da guerra quando si tratta di scovare i lombrichi. Utilizza l’udito, la sensibilità del becco e delle zampe per individuare i vermetti sotto terra cogliendone le vibrazioni e identificandone le tracce nel terreno. Giusto quello che ha fatto oggi, che mi sa se ne è già pappato uno della ventina che abbiamo ricomprato stamattina al negozio di caccia e pesca. I vasi sono ricoperti dai sassi, ma quel centimetro quadrato che era rimasto libero si vede che era sufficiente. D’altronde quando ti guarda con quegli occhioni, ed è il tuo merlo preferito, come si fa a negargli un vermetto?? (anche se magari il merlo zoppo è innocente, ed è stata la sua agguerrita consorte)

Annunci