Si vede che sto diventando vecchia perchè sto cominciando ad assomigliare a mio papà in un aspetto un po’ particolare del suo carattere: il fastidio viscerale per gli errori grammaticali. Per farvi capire, papà sacramenta da qualche anno contro i giornalisti del tg che quando leggono (male) dal gobbo fanno una pausa non necessaria tra “del” e la parola seguente, strascicando la l. Il risultato è che sembra che dicano, ad esempio, delLA sindaco, delLA parlamento, cose così, che alle orecchie del mio genitore suonano fastidiosissime (e anche alle mie, devo dire: come tutte le cose,  quando ci si comincia  a far caso non le si sopporta più).

Chissà quanti errori infilo anche io, soprattutto parlando o chattando, ma di solito (di solito, dico) almeno negli scritti cerco di essere attenta a non prendere delle cantonate. Rileggo sempre le cose cento volte, e mi accorgo che non lo fa più nessuno; in molto di quello che leggo, dalle e-mail agli articoli del Corriere online, le frasi cominciano e restano sospese lì, i tempi verbali non van d’accordo con i soggetti, e ci sono delle vere e proprie castronerie di concetto per non parlare delle traduzioni becere in italiano maccheronico degli articoli di qualche giornale inglese.

A volte mi verrebbe voglia di scrivere al giornale incriminato, o di aprire la rubrichina delle castronerie grammaticali qui sul blog, e poi desisto sempre, sarà che non ho voglia di passare da maestrina, sarà che alla fine, che se sciòpen. Anche stasera non ho fatto notare al tizio dell’autoscuola che era ben gentile ad avvisarmi del fatto che la mia patente stà scadendo, ma che la mia patente è in grado di arrivare alla scadenza senza dover scomodare un accento.

A proposito di generale tendenza all’imbecerimento, segnalo un film carino, una commediola sciocchina ma che parte da un presupposto divertente: due persone comuni vegono ibernate per esperimento, e si risvegliano dopo cinquecento anni in una società completamente rincitrullita. Il film si chiama Idiocracy, e si trova tutto intero su YouTube. Il link non ve lo metto, basta che lo cerchiate; io con queste storie di SOPA, parenti e affini preferisco star buonina.

 

 

Annunci