1. Perchè hai dato questo nome al tuo blog? Mah, è venuto da solo. Ero in macchina, pensavo a cinciallegra, cincia mora, cincia bigia….bum! Cinciamogia.
2. Perchè hai deciso di aprire un blog? …se non ci scrivi mai, come direbbero i nostri piccoli lettori. Per me il blog è  una specie di piccolo diario pubblico, ed è per quello che ci finisce davvero di tutto, dalle foto, alle lagnanze, alle ricette, con frequenza estremamente variabile. Chiedo scusa!
3. Qual è la cosa che più ti piace fare? Mmh bella domanda. Stanca come sono, direi dormire, però in generale direi proprio immergermi nella natura. Mettetemi in un bosco a passeggiare, e sono nel mio.
4. Qual è il cibo per il quale rischieresti un’indigestione e quale invece non vorresti nemmeno vedere? Il primo è facilerrimo…cioccolato fondente, seguito da tutta una serie di cosette che fa la mamma. Il secondo, i formaggi che puzzano: il gorgonzola, per intenderci, non mi becca manco morta, e se lo mettono in tavola troppo vicino a me mi alzo e me ne vado finchè non torna nel frigo. Poi una cosa orripilante che mi hanno fatto assaggiare in Jap, il natto, praticamente soia marcia (“ma fa tanto bene”, mi hanno detto).
5. Puoi portare due cose (non persone!) con te su un’isola deserta, quali scegli? L’isola deserta sarà senza corrente, perciò il pc con l’adsl è fuori discussione… Avendo appena letto e visto Vita di Pi, forse qualcosa di pratico tipo coltello e aggeggi per filtrare l’acqua di mare.
6. Il tuo libro e il tuo film preferiti sono…? Una volta ogni paio d’anni rileggo L’amore ai tempi del colera di Garcia Marquez, e dalla prima volta che l’ho letto (grazie ad una illuminata prof del liceo) non mi ha ancora stancato. Film ce n’è tanti, così a botta mi viene in mente Totoro di Miyazaki.
7. Qual è il tuo ricordo più bello? Sono sicura che esista un ricordo epocale, ma appunto al momento non mi sovviene. Ci penso.
8. Qual è il tuo incubo peggiore? Sono un pochino claustrofobica e non avrei mai dovuto leggere certi racconti di Edgar Allan Poe.
9. Se fossi un animale, quale saresti? Facile, un pennuto boschivo.
10. Se potessi avere un superpotere, quale sceglieresti? Parlare con gli animali. O meglio, conversare con gli animali capendosi, perchè in realtà con gli animali ci parlo continuamente  (sì, mi capita di chiedere scusa ai piccioni quando li faccio volare per strada, per non parlare di quelli che vengono a mangiare qui, che si sciroppano certe pappardelle…).
11. Varie ed eventuali… (dì ciò che vorresti si sapesse di te). Non mi viene in mente niente!
Intanto vi auguro Buon Nat…ah no buona Pasqua, dato il clima mi ero sbagliata.
Annunci