You are currently browsing the category archive for the ‘becchime’ category.

Chissà perchè ho creato un tag che si chiama “fallimenti in cucina”, eh?

Eccone qui un altro.

IMG_20171001_184548_torticcia

E’ una specie di torta al cioccolato che però, come la casa tanto carina di Sergio Endrigo senza soffitto e senza cucina, manca un po’ di tutto.

E’ stata fatta così:

100g farina

100g circa di latte di mandorla (il latte vaccino ce l’avevo ma secondo me il gustino della mandorla ci potrebbe star bene)

un pizzico di cremor tartaro (non ho lievito in casa)

circa 3-4 cucchiai di olio di semi di girasole (ho finito il burro)

cacao amaro circa 3 cucchiai

70g zucchero (circa, forse, boh, dipende dal punto seguente)

due righe di cioccolato a piacer vostro (più o meno amaro)

Si fa sciogliere il cioccolato in un pochino di latte di mandorla nel microonde o a bagnomaria, si mescola agli ingredienti polverosi ben setacciati (tutti dicono di setacciare, ho pensato che ci sarà un perchè, e l’ho fatto anche io), poi si aggiunge poco a poco il latte di mandorla e si mescola vigorosamente il tutto. Si unge un pochino una torterina apribile (la mia è una tortiera apribile da 12cm, praticamente la tortiera della Barbie; quando l’ho vista nel negozio sono entrata in sindrome da pentolino e non ho potuto resisterle) e si inforna a forno caldo a 180°C per 30-35 min se avete la tortiera della Barbie come me, per un pochino di più (45 min) se ce l’avete normale da 22cm, come tutti i cristiani.

Fatela un po’ raffreddare prima di sformarla, per evitare che si spatasci. Occhio però che tende ad essere abbastanza gnucca.

Annunci

guac_tortilla

Ecco il tentativo di questa sera…la guacamole con la tortilla.


In questo periodo abbiamo la fissa dell’avocado, perciò stavolta ho provato a fare una sottospecie di guacamole con una sottospecie di tortilla.


Quando ero piccola, e giravano i primi avocadi, avevamo provato a prenderne uno, ed essendo un frutto abbiamo pensato di mangiarlo come frutta…blergh! Come frutta l’avocado è proprio insensato. Usato come ..boh..condimento…invece è molto buono. Mi dicono essere aumentato di prezzo ultimamente, ma dato che non l’ho mai considerato prima, non me ne posso accorgere.


Buon appetito!

IMG_20170402_122753_pranzo

non penserete mica che faccia la fame, vero? 😉

..o le cose giapponesi per quando si ha lo stomaco inverso.

Dato che Viviana mi ha chiesto di scrivere una ricetta orientale, vi ammannisco questa, presa dal libro “Japanese cooking: a simple art” di Shizuo Tsuji.

Ci vuole

una tazza di riso a grano corto (non il Carnaroli, per intenderci), lavato

sette tazze d’acqua (o 10, o 15, dipende da quanto ci volete mettere a farlo)

un cucchiaino di sale

Mettete il riso e le sette tazze d’acqua in una grossa pentola, portate velocemente a bollore a fuoco alto. Riducete il fuoco a basso e cuocete senza mescolare finchè il riso è molto morbido e si è formato un pappone denso. Per una persona, ci vogliono almeno 40 minuti. Mescolate soltanto alla fine, quando aggiungerete il sale. Aggiungete delle umeboshi al centro, e servite all’ammalato.

Scappate prima che l’ammalato possa tirarvi la ciotola in testa.

Scherzi a parte, questo pappo o una variazione sul tema del “risino mollo” che mi facevano la nonna e a volte la zia Vige è l’unica cosa che ritengo mangiabile quando sono inversa di stomaco.

Archivi

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Categorie

noioserie legali

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Se volete utilizzare in parte o totalmente gli articoli di questo blog potete farlo tranquillamente, però, per favore, citatemi come fonte. Se con qualche immagine o scritto avrò violato qualche copyright, me ne scuso; fatemelo sapere, e rimuoverò il corpo del reato.

la cincia e il pinguino

Lemonade award..e non perchè sono acida!

Gentilmente assegnatomi da The Dusty Lens ... Grazie!

Gentilmente…

...ricordatevi che le foto che corredano queste belinate sono mie, salvo qualche raro caso che verrà esplicitamente segnalato. Nel caso ne utilizziate qualcuna (o nel caso vi piacciano tanto da volerne una copia stampata :-D), fatemelo sapere. Grazie!